Implantologia

Il Dr. Giampiero Piccione è dal 1989 che esegue interventi di implantologia ed ha una esperienza casistica importante. L’implantologia è quella parte odontoiatrica che permette di sostituire uno o più elementi dentari con radici artificiale (impianti) necessari come supporto per ripristinare i denti mancanti. La soluzione implantare permette di conservare i denti vicini integri utilizzando solo lo spazio da colmare con la protesi fissa. Il materiale utilizzato generalmente è il titanio che permette l’osteointegrazione (stretto contatto osso neoformato-impianto) sottoposto a carico. E’ importante valutare la qualità la quantità ossea e le diverse dimensioni implantari da usare perché gli impianti vanno a sostituire denti di diversa funzione e carico (un molare è diverso da un incisivo). Servendosi di attuali presidi diagnostici (TAC – Panoramica – modelli di studio – analisi computerizzate) è possibile con la massima precisione inserire impianti rispettando strutture anatomiche delicate :

  • Mandibola: il nervo alveolare inferiore attraversa la mandibola fino al mento, se danneggiato causa paralisi e anestesia all’emilabbro corrispondente.
  • Mascella: seno mascellare (cavità vuota in corrispondenza dello zigomo di diversa ampiezza), oggi è possibile con tecniche chirurgiche particolari riempire tali cavità con osso artificiale per poter rigenerare l’osso e inserire impianti.

Limiti di età: no ci sono controindicazioni circa l’età, fatta eccezione per i pazienti con gravi problemi di salute. I pazienti adolescenti che hanno perso elementi dentari in seguito a traumi vanno valutati fino allo sviluppo osseo dei mascellari; comunque ogni singolo caso viene valutato.

Carico Immediato

Il carico immediato in implantologia può essere effettuato non in tutti i casi, la qualità e la quantità di osso condiziona verso il carico immediato o differito, tecnica bifasica con tempo di attesa di circa due mesi.

In questo lasso di tempo viene preparato un manufatto protesico provvisorio che talora potrà richiedere piccoli aggiustamenti, chiaramente se possibile, il carico immediato è preferibile consentendo l’applicazione della protesi fissa sugli impianti già nelle prime ventiquattro ore.