Roncopatia e Apnee notturne

La roncopatia (russamento), non permette al paziente di riposare bene con un sonno ristoratore e oltretutto tale disturbo potrebbe essere indice, fattore di rischio anche per patologie di una certa rilevanza.

Tra i fattori negativi della roncopatia si ha la sindrome dell’apnea notturna, cioè frequenti e temporanee interruzioni del respiro durante il sonno che comportano frequenti risvegli e una sistematica e insufficiente ossigenazione.

Il russare notturno è diffuso particolarmente tra gli uomini di età compresa tra i 45 e i 60 anni. Anche le donne dopo la menopausa ne soffrono a causa dei cambiamenti ormonali.